Napoli – Il Napoli di Sarri diventa materia di studio

Il Napoli di Sarri diventa materia di studio

Il Napoli di Maurizio Sarri raccoglie consensi da più parti, il valore di questa squadra ormai è riconosciuto da chiunque. Gli esperti ritengono i partenopei la formazione che sviluppa il miglior calcio in Italia e in molti, così come certificato dalle stesse agenzie di scommesse, la candidano come favorita per la vittoria dello scudetto.

Il Napoli oggi è una squadra che incute terrore in chi l’affronta, tanto che qualunque mossa tattica utilizzata per provare a fermarla viene puntualmente smontata. Infatti è proprio tatticamente che i partenopei sembrano aver trovato la formula giusta per essere (quasi) imbattibili: squadra corta che gioca in 50 metri e al massimo a due tocchi per eludere il pressing avversario, pressione alta in fase di non possesso per recuperare la sfera appena questa viene persa, verticalizzazioni continue che costringono le difese ad affaticarsi con il passare dei minuti. Insomma quella costruita da Sarri è un’orchestra in grado di suonare una melodia lineare, semplice, ma allo stesso tempo meravigliosa. Affrontare il Napoli a viso aperto può essere considerato un mezzo suicidio, così come fatto dal Milan nella gara di San Siro persa dai rossoneri per 0-4. Peggio ancora è fare come Palermo, Udinese o Verona: ovvero rinchiudere tutti i propri calciatori nella metà campo difensiva, rinunciando completamente ad attaccare. Tanto Higuain e soci prima o poi il modo di bucare il muro eretto dalla retroguardia avversaria lo trovano.

Eppure non solo in Italia, anche all’estero tutti si stanno accorgendo della squadra di Sarri, merito delle strabilianti prestazioni che gli azzurri stanno offrendo pure in Europa League dove in 4 gare hanno colto 4 successi, raccogliendo 12 punti e soprattutto schiacciando a turno tutti gli avversari che gli si sono posti davanti realizzando ben 17 reti e subendone soltanto 1. Numeri e prestazioni che farebbero del Napoli una formazione da studi scolastici, tanto che qualcuno ci ha pensato per davvero. Già perché quella di Sarri è diventata una vera e propria materia. Infatti, secondo indiscrezioni raccolte da SpazioNapoli, molto presto, presso l’Escola Superior de Desporto, un’università portoghese che si occupa di sport nella città di Rio Maior, verranno analizzate alcune gare degli azzurri di quest’anno per mostrare agli studenti in che modo si sta evolvendo il gioco del calcio.

L’escalation di Maurizio Sarri continua dunque senza sosta: dalla prima esperienza in Serie A da emerito sconosciuto ad una grande squadra, dall’Europa a vera e propria materia di studi universitari. Davvero niente male per uno che fino a qualche mese fa veniva tacciato di non essere in grado di allenare a certi livelli, e su cui si faceva facile ironia sul modo di vestire e sull’utilizzo del drone per gli allenamenti della difesa. Il tecnico di Figline Valdarno, ma nativo di Bagnoli, si sta togliendo sempre più soddisfazioni. E c’è da starne certi, per il Napoli e per Sarri la scalata verso l’Olimpo del calcio non è affatto terminata.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Pasquale Giacometti
Twitter: (@Pasquale89G)

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here