Milan – Insulti a Cerci: il provvedimento dell’attaccante

L’atteggiamento invettivo tenuto quest’oggi dalla cornice rossonera presente sugli spalti del Meazza nei confronti di Alessio Cerci, e causato da una serie di errori tecnici e di passaggi sbagliati dell’ex Torino, è andato ben oltre quello che si è visto sulle tribune durante MilanBologna. Dopo il ko contro i rossoblu la pagina Facebook dell’attaccante è infatti scomparsa. Probabile che dietro alla decisione di eliminare il proprio profilo vi siano stati, oltre i fischi e gli insulti a Cerci durante il match odierno, le critiche, derisioni e scherni subìti dal giocatore sul social network al termine della stessa partita. La posizione di Cerci al Milan è sempre più in bilico, e la prestazione di questa sera si va a sommare ad una lunga serie che rischia di mettere il 28enne di Valmontone nella condizione forzata di lasciare il club. Il problema è che il cartellino di Cerci è gestito parte dall’Atletico Madrid e parte da un fondo d’investimento. La questione si fa ulteriormente complicata.

 

 

 

 

L’articolo Insulti a Cerci: il provvedimento dell’attaccante sembra essere il primo su Milan News 24 | Tutto sul Milan | Ultime notizie di calciomercato.

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here