Napoli – “Vi spiego cosa dovrà fare il Napoli per battere il Torino. Fossi in Sarri farei un cambio in attacco”

“Vi spiego cosa dovrà fare il Napoli per battere il Torino. Fossi in Sarri farei un cambio in attacco”

Walter Novellino, ex allenatore azzurro, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss durante la trasmissione Radio Goal della sfida di questa sera tra Napoli e Torino. Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli:

“Quanto è difficile trovare spazi stasera contro i granata? È una partita con tante difficoltà. Il Torino è partito bene quest’anno, poi ha avuto una flessione prima della sosta. Ha recuperato dei giocatori importanti. Il Napoli può fare bene, anche se Sarri ha parlato delle difficoltà dopo la sosta. Il Torino è una squadra che sa palleggiare bene, si difendono e ripartono. Bisogna non cadere nel loro possesso palla in orizzontale per far uscire fuori il Napoli in pressione. Anche a livello fisico è importante, è una verifica vera e propria. Io spero che il Napoli possa, con i suoi giocatori di grande qualità, mettere in difficoltà il Torino”.

LA CHIAVE PER SBLOCCARE LA PARTITA – Novellino ha poi parlato di quelle che potrebbero essere le possibili armi da sfruttare contro i granata: In queste partite cosa serve per vincere? La qualità dei calciatori offensivi del Napoli farà la differenza. Mertens è un giocatore che quando subentra è determinante. Ma anche gli inserimenti dei centrocampisti saranno decisivi. Vorrei vedere Valdifiori, perché ha avuto delle difficoltà ma sono convinto che stasera possa fare una grande partita. Ha grandi qualità. Per scardinare la difesa del Torino c’è bisogno del lavoro di Callejon e Insigne e di quel fenomeno che abbiamo là davanti che è Gonzalo Higuain”.

LA RIPRESA DOPO LA SOSTA – L’ex allenatore azzurro ha parlato delle difficoltà nel ripartire dopo la lunga sosta natalizia. Questo il suo pensiero: “È ovvio che far fermare la squadra che stava andando così bene può portare a qualche difficoltà. È come in autostrada: se l’auto la fermi subito poi fai fatica a ripartire. Anche se il Napoli ha calciatori che non hanno bisogno di rimettersi in moto avendo tanti brevilinei”. 

LA SORPRESA EMPOLI – In chiusura, Novellino ha parlato dell’Empoli e del suo allenatore, ovvero Giampaolo. Per Novellino c’è tanto lavoro di Sarri ma anche Giampaolo ci ha messo del suo: “Giampaolo ha proseguito il lavoro di Maurizio, ma ci ha messo anche del suo. È ovvio che Sarri ha lasciato un’impronta importante, dei ragazzi che hanno degli automatismi assimilati a memoria. Per quanto riguarda il Napoli, la scelta di Sarri di portare 10 metri in avanti la difesa ha fatto la differenza. Non me ne voglia Benitez, che ritengo un ottimo allenatore, ma la solidità difensiva di questo Napoli è tutto merito dell’attuale allenatore azzurro”.

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here