Napoli – Quante curiosità per Napoli-Milan: dall’estro di Insigne alle prime volte di Bonaventura ed Antonelli

Quante curiosità per Napoli-Milan: dall’estro di Insigne alle prime volte di Bonaventura ed Antonelli

Il big match è ormai ad un passo: questa sera Napoli e Milan scenderanno in campo per l’anticipo della serie A della seconda giornata di campionato, con obiettivi diversi. Gli azzurri vogliono riscattarsi dal mezzo passo falso di Pescara, con un pari ed un primo tempo che non hanno convinto mentre i rossoneri vogliono confermare la bella vittoria all’esordio contro il Torino.

Tanti i big che scenderanno in campo, a partire dalla sfida tra i portieri Reina e Donnarumma, così diversi tra loro in età, esperienza e temperamento ma leader indiscussi della propria rosa, passando per i campioni d’attacco ed i due abili tecnici in panchina, Sarri e Montella.

Tantissime le curiosità della gara, così come riportato sul portale ufficiale del club rossonero. In primis, le statistiche: il punteggio più frequente nei precedenti tra le due squadre in A è lo 0-0, finale di 19 incontri, il pareggio a reti inviolate non si verifica però dal febbraio 2012. L’ultima volta che Napoli e Milan si sono incrociate alla seconda giornata di Serie A risale alla stagione 1962/63: i rossoneri vinsero per 5-1 in trasferta.

Andando nel dettaglio, il Napoli è stato la squadra con la più alta percentuale di passaggi riusciti nella prima giornata di Serie A con il 90.2%. Il Milan ha dimostrato invece grande concretezza, come dimostrano le tre reti con soli 11 tiri effettuati nel match contro il Torino. Entrambe le squadre hanno subito due reti al debutto, nessuna su palla in attiva: il Napoli entrambe nel primo tempo, il Milan nella ripresa.

bacca

Sui singoli, c’è da sottolineare che il Milan è la vittima preferita di Lorenzo Insigne in Serie A: quattro reti in sette gare, compreso la prima ed unica doppietta dell’attaccante partenopeo in A. Carlos Bacca, autore di una tripletta alla prima di campionato invece ha realizzato un gol ogni 7,3 palloni giocati nel match contro il Torino. Poi, due dati curiosi: Giacomo Bonaventura ha segnato al Napoli il primo ed ultimo gol in serie A l’11 aprile 2012 con l’Atalanta. Stesso destino per Luca Antonelli, al San Paolo nell’aprile 2010 in forza al Parma.

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here