Napoli – Rivelazione SHOCK di un pentito: “All’interno della Curva A volevano uccidere il figlio del boss”

Rivelazione SHOCK di un pentito: “All’interno della Curva A volevano uccidere il figlio del boss”

Il figlio più piccolo del ras dei Quartieri Spagnoli Enrico detto “Giacomino ‘e fraulella”, Gennaro Ricci, era l’obiettivo di un agguato che sarebbe dovuto avvenire all’interno dello stadio San Paolo, precisamente in Curva A. L’agguato in questione fu sventato dalla polizia grazie ad alcuni controlli avvenuti all’esterno dello stadio.

Il 31 ottobre 2008, infatti, fu arrestato Bruno Pugliese detto “o Brun”, per il possesso di una pistola, mentre era intento ad entrare all’interno della curva del San Paolo. A raccontare gli intenti del fermato dalla polizia, successivamente, come si legge nelle 330 pagine dell’ordinanza di custodia cautelare del gip Claudia Picciotti, ci pensò il collaboratore di giustizia Ciro Saporito.

Le parole di Saporito“La presenza di Bruno Pugliese all’esterno dello stadio San Paolo era determinata dall’intento di eliminare il figlio più piccolo di ‘Giacomino e fraulella’ per compiere una vendetta“. Queste le clamorose rivelazioni che sono riportate dal quotidiano “Il Roma”.

Calcio Napoli Rivelazione SHOCK di un pentito: “All’interno della Curva A volevano uccidere il figlio del boss” su Spazio Napoli Spazio Napoli

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here