Milan – Marco Fassone vola a Londra per incontrare Elliot: a rischio il suo futuro

Elliot starebbe valutando diverse epurazioni anche sul fronte dirigenziale per lanciare un segnale alla UEFA: Fassone a Londra per chiarire il proprio futuro

Sono ore convulse in Casa Milan, dopo l’insediamento ancora non fattuale di Elliot oggi l’attuale amministratore delegato Marco Fassone volerà a Londra per incontrare i vertici del fondo anglo-americano. La nuova proprietà segnalerà al dirigente rossonero la volontà di continuare con lui oppure no: sul tavolo Elliot avrebbe posto alcune ex bandiere del Milan come possibili nuovo ingressi all’interno della nomenclatura milanista come Paolo Maldini e Demetrio Albertini. Un’eventuale, e per niente sicura, dipartita di Fassone dai piani presenti e futuri del Milan sarebbe strettamente collegata anche alle sorti di Massimiliano Mirabelli il cui ruolo da direttore sportivo all’interno della società ha lasciato molte incognite: come possibile sostituto nel ruolo di ds il fondo Elliot avrebbe valutato Cristiano Giuntoli del Napoli ma non si escludono eventuali ritorni a sorpresa come quello di Ariedo Braida in scadenza con il Barcellona.

Le valutazioni di Elliot riguardo il futuro dirigenziale del Milan sarebbero strettamente collegate al mancato ottenimento del Settlement Agreement e dell’accesso alla prossima Europa League, da parte della UEFA, in attesa della sentenza d’appello al TAS. Il fondo americano, comprensivo rispetto alle difficoltà della proprietà Yonghong Li, vorrebbe anche lanciare un segnale di rinnovamento alla UEFA che separi nei fatti il nuovo Milan dalla precedente fallimentare gestione cinese. Attraverso il proprio comunicato Elliot ha infatti espressamente parlato di rilancio anche a livello d’immagine per il marchio Milan purtroppo compromesso dalla considerazione avuta dalla UEFA nei confronti della società rossonera: il futuro di Fassone, che fino ad ora era considerato uomo di garanzia anche per il fondo, potrebbe clamorosamente non essere più in rossonero insieme a quello del direttore sportivo Massimiliano Mirabelli; a minare ulteriormente la considerazione di Elliot nei confronti dell’attuale amministratore delegato è stata anche la notevole diminuzione della stima dei ricavi provenienti dagli affari commerciali in Cina. Diverse invece le sorti di Gennaro Gattuso che, stando alle parole espresse nel comunicato del fondo americano, si è così pronunciato: «Elliott non è soltanto lieta di supportare il club durante questo momento di difficoltà, ma anche della sfida di raggiungere obiettivi ambiziosi in futuro attraverso il successo sul campo da parte del tecnico Gattuso e dei suoi giocatori».

Leggi su Milannews24.com

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here