Milan – Milan, Cutrone o Silva? La risposta di Sconcerti

Milan in costruzione strutturalmente, Giampaolo lavora per dare un’identità alla nuova squadra che si ritroverà il nove di Luglio

Milan a lavoro, almeno idealmente, Giampaolo inizia ad imbastire la nuova squadra, meditando un ribaltone nelle gerarchie e riflettendo sulle risorse attualmente a disposizione, vale a dire senza gli uomini di mercato, ancora molto distanti. Al momento l’unica cosa che potrebbe cambiare davvero è il modulo di gioco, per il resto gli interpreti sarebbero gli stessi più Krunic e senza Bakayoko. Giampaolo sogna per il nuovo Milan un 4-3-1-2 molto offensivo, cercando quindi di sfruttare le corsie centrali del campo, nel tentativo di riempire maggiormente l’area di rigore avversaria.

SILVA E NON CUTRONE- Secondo quanto riportato da Gazzetta dello sport, il tecnico starebbe pensando alla coppia d’attacco Piatek-Silva, quest’ultimo reduce da due stagioni disastrose. Da qui le prime perplessità, con Cutrone che quantomeno dovrebbe avere una “prelazione” su quel posto da seconda punta che quest’anno ha visto pochissimo con Gattuso. E a proposito di Cutrone viene in mente l’esultanza di sabato sera dopo il goal segnato contro il Belgio, la prima esultanza polemica del ragazzo che subito dopo ha ammesso la propria sofferenza subita nella stagione appena trascorsa.

SCONCERTI SU CUTRONE E SILVA- Alla domanda sotto intesa e sopra riportata se meglio Cutrone o Andrè Silva ha risposto Mario Sconcerti a Calciomercato.com: «Domanda Sbagliata tecnicamente perchè sono due giocatori diversi: Cutrone è un uomo d’area di rigore, meno bravo di Andrè Silva nello scambio, è un attaccante di profondità, forse fa più goal.  Ma la differenza è sbagliata soprattutto nel lato pratico, non conta per il Milan chi è migliore tra i due, conta chi avrà più mercato e soprattutto chi riuscirà ad essere venduto prima. Voi pensate che oggi al Milan interessi chi sia meglio tra l’uno e l’altro? No, conta chi è più commerciabile. Questi sono i tempi e via avanti così, senza lamentarsi».

Leggi su Milannews24.com

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here