Estasi Algeria, la Coppa d’Africa è tua

Estasi Algeria, la Coppa d’Africa è tua

Trionfo
delle Volpi del deserto
e trofeo in Maghreb dopo 29 anni

Termina 0-1 la finale di Coppa d’Africa tra Senegal e Algeria. Decide al minuto 2’ il fortunoso gol della punta Bounedjah. L’Algeria raccoglie il secondo successo nella competizione dopo quello del 1990, raggiungendo nell’albo d’oro Congo e Costa D’Avorio. Guida questa prestigiosa classifica l’Egitto a quota 7 successi.

Due i cambi di Cissè rispetto alla vittoriosa
semifinale di domenica scorsa contro la Tunisia. Fuori lo squalificato
Koulibaly e Diatta e dentro Sane e Sarr. Nelle file dell’Algeria, confermato lo
stesso undici vincente contro la Nigeria. Presenti Mahrez e il futuro milanista
Bennacer, attacco guidato dal duo Belaili-Bounedjah.

SI
SBLOCCA SUBITO

Primo tempo a due facce quello del Cairo International Stadium con due squadre proiettate sin dalle prime battute a pungere ma con un’intensità in mezzo al campo che alla lunga non permette la fuoriuscita di importanti spazi. Pronti-via e il match si sblocca: verticalizzazione di Bennacer per Bounedjah, rientro verso l’interno dell’attaccante dell’Al-Saad e conclusione deviata di Sarr, che si infila in porta, sorprendendo il portiere Gomis. È 1 a 0. Il Senegal prova a reagire alzando il baricentro ma fatica a costruire gioco, cercando lanci lunghi per il solo Niang, chiuso bene dalla retroguardia avversaria. Il primo squillo dei ragazzi di Cissè arriva al minuto 26’ con una punizione dalla distanza di Saivet, parata senza troppi patemi da M’Bolhi. Dalla mezz’ora in avanti, il forcing del Senegal aumenta costringendo l’Algeria a indietreggiarsi notevolmente e lasciando a bocca asciutta di palloni il talento più cristallino Mahrez. Al 37’esimo è Niang ad andare vicino al gol del pari con una grande conclusione che non trova l’incrocio di pochissimo. Il primo tempo si chiude dopo due minuti di recupero e sul vantaggio algerino.

Esultanza di Bounedjah

TIENE
L’ALGERIA

Il secondo tempo rispecchia la parte finale del primo, ossia un Senegal proiettato in avanti e un’Algeria che gioca di rimessa. La prima palla-gol arriva al minuto 58’ con Saivet, che su punizione trova ancora una volta la facile risposta di M’Boly (2 gol subiti in tutto il torneo). La svolta della partita può arrivare due minuti più tardi quando il fischietto camerunense Alioum fischia un calcio di rigore per i Leoni della Teranga su fallo di mano di Guedioura. Il Var, però, richiama l’arbitro che dopo attenta osservazione decide di cambiare scelta. Si rimane sull’1 a 0. La grande occasione per il pari arriva al 66’esimo con Niang: lancio lungo di Sane, l’ex attaccante di Toro e Milan salta il portiere ma calcia alto a porta quasi sguarnita. Passano due minuti ed è la volta di Sabaly che dalla distanza sfodera un gran destro, il quale trova ancora la pronta risposta di M’Bolhi. Il trascorrere dei minuti non giova al Senegal, Mahrez&Co difendono benissimo il risultato e dalla panchina Aliou Cissè inizia a rivedere i fantasmi di 17 anni prima, quando il Camerun di Eto’o gli negò la vittoria del torneo proprio nell’ atto finale. L’ultimo tentativo pericoloso arriva al minuto 82’con Sarr, che dal limite d’area spara in curva la possibile rete dell’extra time. Vince l’Algeria per 1 a 0.

Fonte foto: Getty images; Getty images

Sandro Caramazza

L’articolo Estasi Algeria, la Coppa d’Africa è tua proviene da Passione del Calcio.

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here