Fiorentina: ritiro o cantiere, l’operaio Montella riparte tra entusiasmo e dubbi

Fiorentina: ritiro o cantiere, l’operaio Montella riparte tra entusiasmo e dubbi

Inizia a Moena il ritiro dei viola della nuova proprietà capeggiata da Commisso, il mister è fiducioso in attesa dei colpi del mercato

Non è certamente un’estate come le altre per la Fiorentina i suoi tifosi. Dopo il terremoto del cambio dei vertici societari è scattato nei giorni scorsi il ritiro precampionato dei calciatori guidati da Vincenzo Montella. Giocatori e staff sono partiti per Moena (TN) carichi di entusiasmo e qualche perplessità. In diversi sono saliti sul treno senza sapere se quella sarà la loro destinazione finale. Uno su tutti Veretout che verrà sicuramente ceduto, bisognerà scoprire solo dove si accaserà il mediano francese.

Il mercato ora entrerà nel vivo, vediamo ruolo per ruolo le manovre della società viola.

Per quanto riguarda la porta Dragowski sembra aver guadagnato i galloni di titolare dopo l’eccellente seconda parte nel campionato scorso quando difendeva i pali dell’Empoli. Chiari segnali sono arrivati dal ritorno di Lafont in patria, intanto Terracciano sarà il vice dell’estremo polacco. Non sembrano preoccupare le voci che arrivano dall’Inghilterra che vogliono il Bournemouth interessato al portiere.

In difesa sembra essere vicina alla conclusione a favore dei viola la trattativa che porterebbe in Toscana Pol Lirola, uno dei pezzi più pregiati del Sassuolo. Il terzino spagnolo è a un passo dalla Fiorentina e sarebbe il profilo ideale per la fascia destra dell’eventuale 3-5-2 di Montella. Il giocatore andrebbe ad occupare la casella lasciata vuota da Laurini passato al Parma.

A centrocampo, già detto di Veretout, proprio grazie a quest’ultimo si potrebbe arrivare al regista tanto agognato da Montella. Il Milan, che insieme a Roma e Napoli si contende il centrocampista, inserirebbe nella trattativa Lucas Biglia, fuori dal progetto tecnico di Giampaolo e già allenato dal tecnico viola proprio in rossonero.

Con la fine del prestito di Muriel, passato poi all’Atalanta, anche in attacco qualcosa si muove. La Fiorentina sarebbe in pressing su Andrea Petagna, ma dalla Spal sparano alto, infatti per la punta ci vorrebbero almeno 20 milioni. La cifra è fuori budget per Pradè e soci ma la strategia dei toscani sarebbe quella di inserire una contropartita tecnica gradita in quel di Ferrara. Il nome su cui si punterebbe è Riccardo Saponara il quale non rientrerebbe nei piani di Montella e che invece ha l’apprezzamento dalle parti del Paolo Mazza.

In conclusione rimane solo da decifrare il futuro di Federico Chiesa. Commisso è stato chiaro, non vuole privarsi della futura bandiera del club, neanche di fronte ad un’offerta da far girare la testa. La squadra continua il suo lavoro nel ritiro di Moena ma dal punto di vista del calciomercato si ha l’impressione che sarà una lunga estate caldissima.

Glauco Dusso

L’articolo Fiorentina: ritiro o cantiere, l’operaio Montella riparte tra entusiasmo e dubbi proviene da Passione del Calcio.

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here