Vittoria in rimonta per l’Atalanta: al 93′ Djimsiti firma il 3-2 contro il Verona

Vittoria in rimonta per l’Atalanta: al 93′ Djimsiti firma il 3-2 contro il Verona

Gli scaligeri passano due volte in vantaggio con Di Carmine (26’ e 57’) ma vengono raggiunti da Malinovskyi (44’) e dal rigore di Muriel (64’) e infine superati in pieno recupero grazie al sigillo del 26enne svizzero

Le scelte dei tecnici  

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Djimsiti, Palomino; Hateboer, Pasalic, Freuler (55’ de Roon), Castagne; Gomez, Ilicic (28’ Malinovskiy); Muriel (77’ Barrow). All. Gasperini 

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Dawidowicz, Bocchetti (46’ Empereur); Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Pessina (79’ Verre), Zaccagni; Di Carmine (87’ Adjapong). All. Juric 

Direttore di gara: Paolo Valeri 

Lo sai che?  

L’Atalanta nei 19 precedenti casalinghi disputati in massima serie ha ottenuto dieci successi, sette pareggi e due sconfitte, l’ultima delle quali è datata 19 aprile 2014 (1-2).  

I nerazzurri hanno conquistato sette punti nei sei incontri disputati tra le mura amiche; solo Lecce (tre) e Brescia (uno) hanno fatto peggio. La compagine del presidente Percassi è l’unica del campionato a non essere ancora andata a segno con giocatori italiani. 

I gialloblù, terza miglior difesa della Serie A (14), affronteranno il miglior attacco del torneo (34) consapevoli di essere la squadra che ha incassato meno marcature da conclusioni all’interno dell’area di rigore (nove).                  

Sintesi dell’incontro 

La prima occasione da rete è di marca atalantina: al 11’ Muriel approfitta di una disattenzione della retroguardia e si invola in area ma la sua conclusione centrale viene parata da Silvestri. Al 26’ il Verona passa in vantaggio con Di Carmine, servito da Faraoni direttamente da rimessa laterale. Veementi ma vane le proteste bergamasche: Rrahmani aveva un pallone tra le mani ma l’ex Inter e Udinese – entrato in possesso di un altro – ha effettuato una rapida battuta da posizione più avanzata rispetto al punto corretto (dove invece si trovava il compagno kosovaro). I padroni di casa reagiscono e prendono le misure della porta con Muriel, Hateboer e Gomez. È il preludio al pareggio messo a referto al 44’ da Malinovskiy, autore di un sinistro dal limite che si deposita sotto la traversa. 

Al ritorno dagli spogliatoi l’Atalanta attacca a spron battuto ma al 57’ subisce il raddoppio firmato da Di Carmine che capitalizza il più classico dei contropiedi. Al 61’ il VAR invita Valeri a rivedere un contrasto tra Faraoni e Castagne in area gialloblù: il direttore di gara della sezione di Roma dopo due minuti indica il dischetto. Il penalty centrale di Muriel regala il 2-2. Il Gewiss Stadium, nonostante la stanchezza inizi a imperare da ambo le parti, assiste ad un’appassionante mezzora finale. Silvestri e Gomez ingaggiano una sfida senza “esclusioni di tiri” che vede il portiere di Juric avere sempre la meglio. Al 85’ Dawidowicz riceve il secondo giallo per una vistosa trattenuta ai danni di Barrow. Al 93’ la sponda di Toloi per Djimsiti è un cioccolatino che lo svizzero scarta, regalando così un dolce week-end al popolo atalantino. A Bergamo termina 3-2.

Dopo il triplice fischio

Gara dai numerosi sussulti e colpi di scena a Bergamo: i ragazzi di Gasperini hanno sofferto ma fatto valere la propria superiorità tecnica contro un Verona che si è confermato squadra non spettacolare ma cinica e ostica. Gli scaligeri escono – tra gli applausi – a testa alta; i bergamaschi con i tre punti e la mente già proiettata al match di Champions con lo Shakhtar in programma mercoledì.

L’articolo Vittoria in rimonta per l’Atalanta: al 93′ Djimsiti firma il 3-2 contro il Verona proviene da Passione del Calcio.

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here