Il talento non è soltanto di chi ce l’ha, ma anche di chi lo scopre

Il talento non è soltanto di chi ce l’ha, ma anche di chi lo scopre

Il ruolo dello scouting, spesso poco considerato, riveste invece quello determinante di esaltare potenziali fuoriclasse, che alternativamente rimarrebbero nell’ombra

Scorgere attraverso la fanciullezza una vampa colma di talento, sul quale si è disposti a scommettere in prima persona, per poi rifarlo ancora, e ancora, e ancora, sino ad arrivare alla consapevolezza di poter essere considerati quasi avveneristici e precursori procacciatori di talento.

Questo è sintetizzato in salsa agrodolce, il ruolo del talent scout. Se esiste il Peter Schmeichel del futuro nel mondo del calcio, è altrettanto importante che ci sia il Maradona degli osservatori a farlo emergere. Perché il dirupo e l’anonimia nello sport si trovano dietro l’angolo.

I talenti vanno coltivati fin dall’adolescenza, e il ruolo di traghettatore, cresciuto a pane e pallone, è quello di inserirsi inizialmente nell’armonia familiare, destabilizzandola, per far comprendere come possa essere celata nel proprio figlio, quella fiamma che se accompagnata e fatta crescere potrebbe portare alla consacrazione di un potenziale campione.

Tantissime le skills che deve analizzare, una vita a vagabondare in giro per il mondo fungendo a tratti da nomade amante del calcio e cittadino del mondo. Non esiste confine per chi ha nelle vene la passione di esaltare giovani aspiranti calciatori, che potrebbero un domani avere l’ardire di contendersi trofei prestigiosi o premi personali importanti.

L’emozione che si ha, durante gli allenamenti o le partite, magari, dei tornei minori, di sfogliare, uno dopo l’altro i giocatori in campo analizzandoli seguendo una propria scala di valutazioni. Quindi inizialmente da sbiadita e poco chiara pellicola emerge il tratto delle caratteristiche del visionato in questione, che poi, prese insieme e raggruppate ne delineano il profilo.

Foto: Lazioingoal

Cesare D’Agostino

L’articolo Il talento non è soltanto di chi ce l’ha, ma anche di chi lo scopre proviene da Passione del Calcio.

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here