Coppa Italia, al Napoli basta il pari, Inter eliminata

Coppa Italia, al Napoli basta il pari, Inter eliminata

I nerazzurri giocano meglio ma sono gli
azzurri a passare. Adesso sarà grande finale contro la Juventus

Termina 1-1 al San Paolo, con le reti di Eriksen e
Mertens. Il Napoli passa il turno grazie alla vittoria dell’andata per 1-0.
Mercoledì 17, finalissima allo stadio Olimpico contro la Juventus per la riedizione
della finale di Coppa nazionale del 2012 (2-0 per il Napoli l’ultima volta).

Il 4-3-3 di Gattuso vede Ospina tra i pali, da destra verso sinistra Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly e Hysaj. In mezzo, assente l’acciaccato Fabian Ruiz, al suo posto Elmas, coadiuvato da Demme e Zielinski. In attacco, ok Mertens insieme a Insigne e Politano.

Tra le fila nerazzurre, linea difensiva a tre composta da Skriniar, de Vrij e Bastoni davanti al capitano Handanovic. Ai lati, Candreva a destra, Young a sinistra e in mezzo Barella con Brozovic. Dal primo minuto Eriksen dietro le due punte Lukaku e Lautaro.

MERTENS PRIMATISTA ASSOLUTO

Pronti-via e subito l’Inter sblocca il match, portando la semifinale nuovamente in parità. Angolo velenoso dalla sinistra di Eriksen, che sorprende Ospina, complice probabilmente una piccolissima deviazione di Di Lorenzo. Il gol galvanizza l’undici di Conte, che prende il pallino del gioco, costruendo occasioni e rischiando poco o nulla dalle parti di Handanovic. Al quarto d’ora, ci prova Candreva, che dopo un bel movimento a portargli via l’uomo di Lukaku, calcia di poco sopra la traversa. Il Napoli fa fatica a costruire, con il trio d’ attacco puntualmente bloccato dai colossi interisti.

I nerazzurri cercano il raddoppio e al 32’ esimo lo sfiorano dopo un bel colpo di testa di Lukaku, su invitante cross di Young. Bravissimo Ospina a dire di no al gigante belga. Otto minuti più tardi, ed è Candreva a sfiorare la rete del 2-0: gran giocata di Lukaku, che fa correre l’esterno romano, ma il suo tiro trova la grande respinta ancora di Ospina.

Se c’è una cosa sicura nel calcio, che mai potrà cambiare, è la legge del gol sbagliato-gol subito: grande rinvio di Ospina, dopo corner nerazzurro, pescato Insigne, inspiegabilmente lasciato solo dalla retroguardia interista, suggerimento dentro del capitano partenopeo per Mertens, che di prima intenzione batte Handanovic per l’1-1 (122 esimo gol nella storia del Napoli, superato Hamsik).

OSPINA ON FIRE

Com’era prevedibile, cala vistosamente il ritmo della partita con l’evolversi della ripresa. I nerazzurri pagano il grande dispendio di energie, lasciando campo al Napoli, che va vicina al gol del vantaggio con Insigne, che in girata sfiora il palo alla destra di Handanovic. Al quarto d’ora del secondo tempo, inizia la girandola delle sostituzioni, con Gattuso che sostituisce uno spento Politano per Callejon ed Elmas per Fabian Ruiz. Cosi come Conte, che al 71’esimo ne cambia addirittura tre in un solo colpo: fuori Candreva, Young e un deludente Lautaro Martinez per Moses, Biraghi e Sanchez.

I cambi sembrano dare nuove energie ai nerazzurri, che al 75’esimo sfiorano la rete della qualificazione con Sanchez, la cui conclusione sfiora di poco il palo. Un minuto dopo, ci prova Eriksen con la specialità della casa, il calcio piazzato ma bravissimo ad opporsi Ospina. La più grande palla per i nerazzurri arriva, però, al minuto 82’: combinazione Lukaku-Biraghi, cross dell’esterno per Sanchez, che intelligentemente scarica col tacco per Eriksen, il cui tap-in trova uno straordinario Ospina. Vani gli ultimi tentativi della squadra di Conte, il match termina dopo 5’minuti di recupero.

Un Napoli ordinato tatticamente e molto cinico agguanta la finale di Coppa Italia. Partita che si era messa male per gli uomini di Gattuso, poco in palla contro un’ottima Inter. Letale come sempre Dries Mertens, che entra ufficialmente nella storia del club partenopeo. 122 gol, meglio di Hamsik.

Inter bella ma disattenta. Riemergono le vecchie crepe della squadra nerazzurra, che a tratti domina la partita per poi perdersi clamorosamente nel giro di pochi secondi. Oltre la finale svanita, grande nota negativa Lautaro, quasi non pervenuto. Bene Eriksen, nella sua posizione, è tutta un’altra storia.

Fonte foto: Ansa

Sandro Caramazza

L’articolo Coppa Italia, al Napoli basta il pari, Inter eliminata proviene da Passione del Calcio.

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here