Milan, quest’anno l’imperativo è non accontentarsi

Milan, quest’anno l’imperativo è non accontentarsi

Mai come oggi i rossoneri ambiscono a tornare nel calcio che conta

Una cosa è sicura, era parecchio tempo che non si vedeva un Milan
così tanto agguerrito. Per farlo bisognerebbe tornare indietro di qualche anno,
dieci per l’esattezza, e ricordarsi di quando i diavoli erano allenati da Max
Allegri, avevano in campo Ibrahimovic e tutta una serie di campioni sulla via
del tramonto.

Una vita fa. Eppure la ciclicità del calcio, e di un certo
calcio di qualità, ha un ottimo senso dell’umorismo e nonostante siano cambiate
oramai tantissime cose, come ad esempio il modo di vedere anche una semplice
partita di campionato, fa riflettere pensare come l’esordio migliore coincida
col ritorno di Ibracadabra.

Siamo solo agli inizi, è vero, ma è chiaro che l’idea di un
Milan competitivo, ad oggi alla guida della classifica, dopo troppi anni di
lotte a due se non Juvecentrici faccia piacere tanto ai tifosi rossoneri quanto
agli amanti del bel calcio.

Per capire il segreto di questo successo bisogna partire
sicuramente dall’inizio e vedere come da qualche tempo a questa parte siano
cambiati, e di molto, la mentalità ed il tipo di approccio sistemico. Quasi come
fosse un ritorno al passato visto che parliamo di quelle caratteristiche che
hanno reso il diavolo regina europea.

Parte del merito va senza dubbio a mister Pioli che solo un
anno fa ha rilevato una squadra smarrita ed in confusione dopo la parentesi mal
riuscita di Giampaolo per dargli una guida e solidi punti fermi.

C’entra sicuramente il ritorno di Zlatan, ancora con una
forma fisica perfetta dall’alto dei suoi 39 anni, ma anche un mercato mirato ed
equilibrato con innesti validi come Brahim Diaz e Tatarusanu.

Ma bisogna parlare anche di scommesse vere e proprie come quella su Tonali, il golden boy del Brescia strappato agli arci nemici dell’Inter e che promette tanto.

Il diavolo per il suo popolo c’è e ci sarà, questo è poco ma sicuro. Come del resto lo è che dopo gli ultimi anni non coinvolgenti ci sia finalmente spazio per qualche emozione degna di questo nome e alla portata di una squadra sì tra le più giovani di tutto il campionato ma con tanto spazio davanti.

Fonti foto: Passione del Calcio

Guglielmo M. Crostelli

L’articolo Milan, quest’anno l’imperativo è non accontentarsi proviene da Passione del Calcio.

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here